Concorsi docenti, Bianchi: dal 2022 uno l’anno per fare entrare i giovani. Anief: bene, ma perché non si parla più dei precari storici?

Il reclutamento dei docenti continua ad essere un problema difficile da risolvere, per il mondo della scuola. Proprio ieri, il Ministro Bianchi ha annunciato in una intervista a Il Sole 24 Ore: “Dal prossimo anno i concorsi saranno annuali, ed entreranno giovani preparati.” E Anief chiede: e i precari storici?

Reclutamento scuola, Anief: i precari storici dimenticati

Sul reclutamento tramite nuovi concorsi annuali per assumere i giovani, Marcello Pacifico di Anief commenta:

Siamo ben contenti che si voglia ringiovanire la categoria più vecchia al mondo: siamo i primi a chiedere di mandare i docenti in pensione a 62 anni senza penalizzazioni anche perché tra i più sottoposti a burnout”.

Peccato che nel frattempo la scuola sta andando avanti con l’opera infaticabile di insegnamento dei docenti e Ata precari che vanno a coprire un posto in organico su quattro. Lavoratori indefessi che da svariati anni vengono assunti e licenziati dopo meno di un anno, come se fossero delle ‘pedine’ da utilizzare in uno scacchiere. E quando poi si parla di stabilizzazioni vengono dimenticati, come se non esistessero“.

Anief sta presentando ricorsi:

  • per le esclusioni dalle assunzioni annuali da trasformare poi in immissioni in ruolo da prima fascia Gps,
  • per cercare di fare assumere chi nella seconda fascia delle stesse Graduatorie provinciali per le supplenze.

Sì ai concorsi annuali, ma stabilizziamo i precari storici

Anief dice sì ai concorsi, anche di cadenza annuale. Ma non dimentica che bisogna stabilizzare 200mila precari, di cui la metà di sostegno.

Pacifico conclude: dicendo che dimenticandosi dei precari, peraltro in un periodo di emergenza pandemica, si va incontro ad una palese forma di incostituzionalità. Una ‘condanna a tempo indeterminato alla precarietà, anziché abilitare e specializzare decine di migliaia di candidati su posti liberi in vista della loro assunzione a tempo indeterminato”.

fonte: web

Anicia Formazione

Tel. 06/5898028 – Cell. 339.7628582

E-Mail: formazione@anicia.it

Scrivi a 𝐴𝑛𝑖𝑐𝑖𝑎 Formazione su WhatsApp.

Formazione-Anicia-logo-2@

fonte: web

Anicia Formazione

Tel. 06/5898028 – Cell. 339.7628582

E-Mail: formazione@anicia.it

Scrivi a 𝐴𝑛𝑖𝑐𝑖𝑎 Formazione su WhatsApp.

Formazione-Anicia-favicon

SCRIVICI

Formazione Anicia vanta un'esperienza trentennale nella formazione. Per qualsiasi dubbio, chiarimento o consiglio non esitare a contattarci. Ti risponderemo il prima possibile!

Grazie per averci inviato il tuo messaggio!
C'è stato un errore con l'invio del tuo messaggio! Prova di nuovo!