Idonei concorso scuola: 3 punti in più nelle GPS e rapido scorrimento graduatorie, no al doppio canale di reclutamento

da Miuristruzione.com

Idonei concorso scuola: 3 punti in più nelle GPS e rapido scorrimento graduatorie, no al doppio canale di reclutamento

Il Movimento “Idonei 2020 per il ruolo, gli invisibili” sta tutelando il destino dei vincitori dei concorsi 498 e 499 banditi nel 2020. I coordinatori Alessandra Torrioni e Gian Michele Mostardini chiedono al ministero lo scorrimento delle graduatorie per le prossime assunzioni, l’assunzione dei vincitori del 2020 ancora non collocati, il supporto per il riconoscimento in sede GPS e la razionalizzazione dei futuri bandi PNRR.

L’inserimento dei vincitori

Dopo un incontro con il Ministro Giuseppe Valditara, è stato promesso il rapido inserimento dei vincitori dei concorsi 2020 non ancora assunti, l’assegnazione di 3 punti aggiuntivi in GPS per gli idonei di tali concorsi, e l’avvio di un percorso per lo scorrimento delle graduatorie. Il passaggio della responsabilità tecnica da parte del Ministro è considerato una garanzia del processo.

Le bozze delle tabelle di valutazione dei titoli presentate ai sindacati il 7 maggio includono una riserva “speciale” per i futuri abilitandi con determinati CFU, ma la questione è collegata alla presenza degli idonei del concorso 2020 ancora in attesa di assunzione. Il Movimento sta lavorando a una soluzione fin dalle prossime immissioni in ruolo.

  • 𝐍𝐮𝐨𝐯𝐨 𝐜𝐨𝐫𝐬𝐨 𝐢𝐧 𝐩𝐚𝐫𝐭𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐩𝐫𝐨𝐯𝐚 𝐬𝐜𝐫𝐢𝐭𝐭𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐃𝐢𝐫𝐢𝐠𝐞𝐧𝐭𝐢 𝐒𝐜𝐨𝐥𝐚𝐬𝐭𝐢𝐜𝐢

No al doppio canale di reclutamento

Il CSPI ha suggerito di attribuire 3 punti anche al superamento del concorso ordinario, ma non è chiaro se questa modifica sia stata già inclusa nelle nuove bozze. Un incontro con i sindacati il 15 maggio discuterà degli inserimenti in prima fascia per l’anno scolastico 2024/25.

Per le immissioni in ruolo si sta lavorando allo scorrimento delle graduatorie parallelamente alle assunzioni da concorso PNRR, ma i dettagli sono ancora incerti a causa delle assunzioni autorizzate dal MEF e dei tempi e procedure coinvolti.

Il Movimento è contrario al doppio canale di reclutamento e ribadisce il suo parere negativo su questa eventualità.

Condividi questa storia, scegli tu dove!