Si attende il Decreto Ministeriale per l’aggiornamento delle GAE 2022/2025: come aggiornare la propria posizione negli elenchi del sostegno.

Il personale scolastico è in attesa della pubblicazione del Decreto Ministeriale in merito all’aggiornamento delle GAE che saranno valide per il 2022/23, 2023/24, 2024/25: dalle prime indicazioni trapelate, sembrerebbe che la finestra temporale entro cui gli interessati potranno presentare domanda vada dal prossimo 7 marzo al 21 marzo 2022. Gli aspiranti possono aggiornare la propria posizione sia per quanto riguarda le graduatorie di posto comune, sia relativamente al sostegno. Come avverrà in questo caso l’aggiornamento?

Si attende il Decreto Ministeriale per l’aggiornamento delle GAE

In questi giorni il Ministero dell’Istruzione dovrebbe pubblicare un apposito Decreto con il quale dare avvio all’aggiornamento delle GAE: per il prossimo triennio 2022/25, si attingerà da queste graduatorie sia per le immissioni in ruolo (sempre con la percentuale del 50%), sia per l’attribuzione degli incarichi a tempo determinato al 30 giugno e 31 agosto.

Al  momento non vi è alcuna notizia in merito alla richiesta dei sindacati per lo slittamento delle date entro cui gli aspiranti possono presentare domanda di aggiornamento o reinserimento: se non giungono nuove indicazioni i docenti interessati avranno tempo dal 7 al 21 marzo 2002.

Come aggiornare la propria posizione nelle graduatorie del sostegno

I docenti possono aggiornare la propria posizione sia per il posto comune relativo alla classe di concorso per cui sono abilitati, sia in riferimento al sostegno. Come avviene in questo caso l’aggiornamento? Il sindacato della FLC CGIL riassume la procedura:

  • Regole e divieti nella scuola dell’infanzia Come è possibile contrattare?

“Gli aspiranti che conseguono la specializzazione sul sostegno entro i termini per la presentazione delle domande possono iscriversi negli elenchi per il sostegno per tutti gli ordini e gradi di scuola per i quali siano inseriti nelle GAE e per i quali sia stato conseguito il titolo di specializzazione. Punteggio e fascia con cui si è collocati negli elenchi del sostegno sono i medesimi di quelli con cui si è inseriti nella GAE. Per la secondaria è usato il punteggio più alto con cui l’aspirante è inserito nelle graduatorie delle classi di concorso”.

Gli aspiranti che ancora non hanno conseguito il titolo di specializzazione invece, possono richiedere l’inserimento nelle graduatorie sul sostegno se iscritti ai relativi percorsi di specializzazione avviati entro l’a.a. 2021/2022. Anche chi ha in corso di riconoscimento, alla data di scadenza delle domande di  aggiornamento delle GAE, il titolo di specializzazione sul sostegno conseguito all’estero. Il 15 luglio 2022 è il termine ultimo per lo scioglimento della riserva nel caso di conseguimento/riconoscimento del relativo titolo di specializzazione.

Valutazione punteggio

La FCL CGIL dà delle indicazioni anche in merito alla valutazione del punteggio spettante per il servizio svolto sul sostegno: “se prestato con il possesso della specializzazione, è valutato con punteggio intero in una delle classi di concorso o posto di insegnamento comprese nel medesimo grado di istruzione a scelta. In mancanza di specializzazione, la valutazione del servizio è destinata obbligatoriamente alla graduatoria da cui è derivata la nomina”.

fonte: scuolainforma