Siamo quasi alla notte prima degli esami per 33.246 candidati che lunedì 13 e martedì 14 affronteranno la prova scritta del concorso Infanzia per cercare di vincere uno dei 912 posti comuni previsti dal bando dell’anno scorso. I posti a concorso sono piuttosto pochi, tanto che in ben 8 regioni (Basilicata, Calabria, Campania, Lazio, Molise, Puglia, Sicilia e Veneto) non ne sono stati previsti, costringendo i candidati residenti a cercare fortuna altrove.

  • I nostri corsi sono strutturati per accompagnare i corsisti nella preparazione delle prove previste dal bando e dai rispettivi allegati e di fornire una preparazione valida spendibile nel contesto scolastico.

Una fortuna che non sarà facile conquistare, considerato lo sfavorevole tasso di probabilità, come, ad esempio, in Sardegna dove le probabilità sono di 1 a 198, perché vi sono 1.790 candidati per soli 9 posti oppure in Abruzzo dove le probabilità per vincere 1 posto sono di uno a 110, perché per 25 posti si sono iscritti 2.750 candidati.

In Lombardia, dove c’è il numero più alto di posti (222), c’è anche il maggior numero di candidati (7.655) per una probabilità di 1 posto ogni 34 candidati.

In Toscana per  185 posti concorrono 6.041 candidati: la probabilità è di 1 posto ogni 33 candidati.

Anche in Piemonte i posti sono 185 posti come in Toscana, ma vi concorrono 3.919 candidati: la probabilità è di 1 posto ogni 21 candidati.

In Emilia Romagna per 101 posti concorrono 5.061 candidati: la probabilità è di 1 posto ogni 50 candidati.

Nelle Marche per 61 posti concorrono 2.345 candidati: la probabilità è di 1 posto ogni 38 candidati.

Le condizioni più favorevoli, oltre a quella del Piemonte (uno ogni 21), sono quelle della Liguria (1 ogni 23), del Friuli VG (1 ogni 24).