Finanziati 55,6 milioni di euro.

 

“Fino al 31 dicembre 2023, è autorizzata la spesa di 55,6 milioni di euro al fine di consentire il tempestivo pagamento dei contratti di supplenza breve e saltuaria del personale scolastico”: l’autorizzazione è riportata nel decreto approvato dal Consiglio dei ministri il 27 settembre.

  • Corsi di aggiornamento professionale

La cifra dovrebbe permettere il pagamento di oltre 10mila insegnanti e unità di personale Ata assunti per brevi periodi (in caso, ad esempio, di malattia del titolare oppure fino alla stipula del contratto annuale o al termine delle lezioni) in questi giorni di settembre e di inizio di anno scolastico.

“L’adozione di questa misura, che integra l’insieme di azioni migliorative delle condizioni economiche di tutto il personale scolastico, è una ulteriore conferma della costante attenzione che vogliamo rivolgere ai lavoratori della scuola”, ha commentato il ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara.

 

.

.