Visto l’aumento dei costi energetici, i presidi pensano a come ridurre le spese. Tante le proposte sul tavolo, come sostituire le lampadine e gli infissi e anticipare le lezioni pomeridiane. In molte strutture non è possibile spegnere le luci nelle aule vuote perché gli interruttori non sono sezionati. Gli istituti, poi, non possono gestire in autonomia gli orari delle caldaie né regolarle nelle varie classi. Attenzione anche allo spreco d’acqua

  • Affrettati, prima che la nuova normativa entri in vigore

Si avvicina l’inizio dell’anno scolastico e gli istituti cominciano a pensare a come ridurre i consumi, visto l’aumento dei costi energetici. Se non basta – o non si può – spegnere le luci e i riscaldamenti nelle classi quando non servono, servirebbe anche ammodernare gli impianti e installare infissi più nuovi

vvhttps://tg24.sky.it/cronaca/2022/08/19/scuola-risparmio-energetico

fonte: skytg 24