“Entro novembre siamo pronti a bandi per 5 miliardi, un punto fondamentale per sostenere la ripartenza del Paese. Si tratta di 3 miliardi per asili e scuole infanzia, 400 milioni per le mense, 300 per le palestre, 800 per le scuole nuove e 500 per la ristrutturazione degli istituti“. Lo ha detto il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, nel corso della conferenza stampa dello scorso 7 ottobre con il premier Mario Draghi e la ministra dell’Università, Cristina Messa, a seguito della cabina di regia su scuola e università. Proprio scuola e università hanno infatti aperto i focus sul Pnrr, il Piano nazionale per la ripresa e la resilienza. Il dossier oggetto della prima riunione della cabina di regia è il tema educazione, la missione 4 del piano, con le riforme e gli investimenti programmati per la scuola e per l’università.

Il Piano prevede riforme e investimenti che riguarderanno gli Istituti tecnici e professionali, l’orientamento per accompagnare gli studenti nella scelta del percorso di formazione, il reclutamento e la formazione degli insegnanti, i nuovi ambienti per la didattica e l’edilizia, l’innovazione dei contenuti didattici. In particolare, per la parte di investimenti, sono 17,59 i miliardi previsti per l’Istruzione dal Pnrr. “Come governo abbiamo voluto cominciare il cammino del Pnrr dalla Scuola, dall’Università e dalla Ricerca – dichiara il Ministro Bianchi –. L’Istruzione è al centro del futuro del Paese: è il segnale che stiamo dando all’Italia. Il nostro precorso ha due componenti essenziali: riforme e investimenti.

“Sugli investimenti abbiamo due ambiti – ha precisato il Ministro Bianchi – , uno è gli ambienti per la nuova didattica, molto più partecipata e laboratoriale, e i contenuti. Per i primi 13 miliardi di investimento, per i contenuti della didattica 5,4 miliardi”.

In occasione della conferenza stampa, Bianchi è poi tornato sul tema delle quarantene per chi è vaccinato: “La prima indicazione è di andare verso l’omogeneizzazione dei comportamenti” sulle eventuali decisioni da prendere a scuola in caso di contagio da Covid, Come confermato anche dal professor Brusaferro – ha continuato – si sta andando anche verso un contenimento delle quarantene in particolare per chi è vaccinato”.

fonte: web

Anicia Formazione

Tel. 06/5898028 – Cell. 339.7628582

E-Mail: formazione@anicia.it

Scrivi a 𝐴𝑛𝑖𝑐𝑖𝑎 Formazione su WhatsApp.

Formazione-Anicia-favicon

SCRIVICI

Formazione Anicia vanta un'esperienza trentennale nella formazione. Per qualsiasi dubbio, chiarimento o consiglio non esitare a contattarci. Ti risponderemo il prima possibile!

Grazie per averci inviato il tuo messaggio!
C'è stato un errore con l'invio del tuo messaggio! Prova di nuovo!