Bonus 200 euro e precari docenti e ATA al 30 giugno: i lavoratori ingiustamente esclusi dal contributo una tantum.

Oggi 30 giugno 2022 è una giornata importante per molti precari della scuola, che vedranno scadere il proprio contratto. Adesso sarà il momento di presentare la domanda di disoccupazione Naspi, se si soddisfano i requisiti richiesti per il 2022. Ma che dire del bonus da 200 euro? Spetta anche a questi lavoratori?

Precari scuola al 30/6 e bonus 200 euro

Purtroppo, al momento, non c’è nessuna novità che permetta ai precari con contratto in scadenza il 30 giugno di ricevere il bonus da 200 euro. Le condizioni per ricevere il contributo una tantum previsto dal Decreto Aiuti, che dovrebbe aiutare le famiglie a far fronte all’aumento dell’inflazione, non permettono loro di essere fra i beneficiari.

Il motivo è semplice. I lavoratori dipendenti lo riceveranno nel cedolino del mese di luglio, che i precari con contratto in scadenza oggi non ricevono. Dall’altro lato, i percettori di Naspi inclusi nel bonus, sono coloro che la percepiscono nel mese di giugno. Quindi ancora una volta, questi lavoratori non possono essere inclusi.

  • Affrettati, prima che la nuova normativa entri in vigore

Un nodo da sciogliere

La FLC CGIL aveva fatto sapere di essere intervenuta presso il Ministero dell’Istruzione per trovare “un’idonea e tempestiva soluzione che assicuri l’erogazione del bonus anche a questo personale, eventualmente attraverso un’emissione speciale da parte di NoiPA nel mese di luglio“. Ma al momento non è giunta nessuna notizia.