Immissioni in ruolo 2024/25: se si rientra nel numero delle assunzioni preventivate per il 2024/25, le graduatorie dei due concorsi PNRR continuerebbero ad essere scorse oltre le 20mila assunzioni

Il ministero ha ingaggiato ormai da qualche mese una lotta contro il tempo finalizzata a perfezionare l’obiettivo di assumere 70mila nuovi docenti assunti mediante la nuova riforma del reclutamento insegnanti entro fine 2026. Sono gli impegni presi con l’Europa nell’ambito del Pnrr, e fanno parte di questo progetto anche le assunzioni da GaE e altri concorsi.

Le assunzioni in programma

Per raggiungere l’obiettivo finale, il ministero ha messo a punto un programma che prevede tappe intermedie. Una di queste è completare 20mila assunzioni entro dicembre 2024 e in questo senso saranno decisivi i risultati che arriveranno dai prossimi due concorsi scuola in programma.

Il primo è in fase di partenza, con le prove scritte calendarizzate già per marzo. Il ministero spera prima dell’estate di assumere i 44mila vincitori dei due concorsi.

  • Percorso abilitante 30 CFU art. 13 DPCM 4 Agosto 2023

In base agli accordi presi con l’Ue, le assunzioni da reclutamento PNRR si dividono in

20 mila docenti entro dicembre 2024
20 mila docenti entro settembre 2025
30 mila docenti entro giugno 2026

Le assunzioni saranno divise al 50% tra GaE e concorsi. Ma non si può prescindere dalla necessità di rispettare la precedenza assegnata alle assunzioni da concorso fase straordinaria PNRR rispetto allo scorrimento delle graduatorie del concorso 2020 che prevede che

“A decorrere dall’anno scolastico 2024/2025, le graduatorie di cui al primo periodo sono utilizzate nei limiti delle facoltà assunzionali residuali rispetto alle immissioni in ruolo necessarie al raggiungimento dei target previsti dal PNRR. “

  • Eredità e fratture. Vivere Europa – Ciclo di seminari organizzati dall’Università di Roma Tor Vergata

Lo scorrimento delle graduatorie

La BOZZA del decreto PNRR approvata in Consiglio dei Ministri il 26 febbraio specifica che

“Al fine di garantire il raggiungimento del target finale collegato alla riforma del sistema di reclutamento dei docenti – R 2.1 della Missione 4 – Componente 1 del PNRR, per la durata del Piano, con il decreto del Ministro dell’istruzione e del merito, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, di cui all’articolo 1, comma 335, della legge 30 dicembre 2021, n. 234 può essere autorizzata l’anticipazione delle facoltà assunzionali anche relative alle annualità successive, fermo restando che le assunzioni potranno essere effettuate nei limiti delle facoltà assunzionali maturate e disponibili a legislazione vigente.”

Questo significa che se si rientra nel numero delle assunzioni preventivate dal MEF per l’anno scolastico 2024/25, le graduatorie dei due concorsi PNRR continuerebbero ad essere scorse. Comprese quelle 20mila assunzioni messe in conto inizialmente.

Condividi questa storia, scegli tu dove!