Personale non vaccinato, il Ministero dell’Istruzione ha provveduto a pubblicare una nuova Nota, la N. 410 del 29 marzo 2022.

Personale non vaccinato, il Ministero dell’Istruzione ha provveduto a pubblicare una nuova Nota, la N. 410 del 29 marzo 2022, avente come oggetto ‘applicazione in ambito scolastico delle disposizioni previste dal decreto-legge 24 marzo 2022, n. 24 – aggiornamento delle modalità di gestione dei contatti con casi di positività all’infezione da SARS-CoV-2’.

Personale non vaccinato, Nota Ministero Istruzione N. 410 del 29 marzo

Nella Nota in questione, il Ministero dell’Istruzione ha fatto riferimento al miglioramento del quadro epidemiologico dell’infezione da Covid 19, tuttavia precisa che la cessazione dello stato di emergenza non significa che il virus è scomparso, insieme ai correlati rischi sanitari.

Per tale motivo sono state assegnate risorse finanziarie per la proroga del personale per l’emergenza Covid e per il recupero degli apprendimenti (ATA e docente): è stato incrementato il fondo per l’acquisto di dispositivi di protezione e altro materiale necessario e si è stabilito un regime di lavoro ad hoc per quei docenti non vaccinati che rientrano in servizio dalla precedente sospensione.

A seguito dell’aggiornamento normativo e sentito il Ministero della Salute, il Ministero dell’Istruzione, con la nuova Nota, fornisce alle istituzioni scolastiche le nuove indicazioni operative relative alle misure di contrasto alla diffusione del virus che devono essere applicate a partire dal 1° aprile 2022.

  • Regole e divieti nella scuola dell’infanzia Come è possibile contrattare?

Giova nondimeno rammentare che, dal 26 marzo al 30 aprile 2022, per l’accesso alle strutture scolastiche, è per tutti necessario il possesso del cosiddetto green pass base. Il documento è articolato nei paragrafi:

  • 1 – Misure precauzionali per la scuola dell’infanzia;
  • 2 – Misure precauzionali per la scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado;
  • 3 – Misure precauzionali di carattere generale;
  • 4 – Verifica digitale Certificazione verde COVID-19.

Qui di seguito riportiamo il testo integrale della nuova Nota N. 410 del 29 marzo.

NOTA