Rimane in bilico la conferma della parte del Decreto Legge n. 24 del 24 marzo 2022 (l’articolo 9, comma 5 del decreto legge n. 52 modificato) con cui si stabilisce l’uso delle mascherine fino al termine dell’anno scolastico, quindi sino al 31 agosto 2022. Il Governo deciderà a breve, entro dieci giorni, sul possibile anticipo di quella scadenza, come confermato dal ministro della Salute Roberto Speranza: in linea teorica, l’obbligo potrebbe cadere già a maggio, considerando che il 30 aprile scadrà quello di portare il dispositivo di protezione in tutti i luoghi chiusi.

Nella pratica, però, è bene sapere che le possibilità che ciò accada rimangono davvero residue. A spiegare le motivazioni è il professore Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’ospedale Galeazzi di Milano e docente alla Statale di Milano.

  • TFA SOSTEGNO VII CICLO - La preparazione offerta dai nostri corsi consente di affrontare le prove previste per l’ammissione al TFA. Il piano di studio si articola in contenuti e simulazioni per ogni competenza prevista nel bando.

Interpellato da Adnkronos, il noto virologo milanese ha detto che per gli alunni dalla primaria in su “in termini precauzionali sicuramente sarebbe meglio che continuassero a portare la mascherina in classe” fino al termine dell’anno scolastico.

Anche per i più piccoli sarebbe meglio

Parlando specificatamente dei più piccoli, anche della scuola dell’infanzia, il virologo ha spiegato che “non è facile, perché per i bambini è più complesso e fastidioso tenerle, ma sarebbe meglio”, ha sottolineato Pregliasco.

Infine, sui “soggetti fragili e le persone che li assistono”, l’esperto ha sottolineato che “a prescindere dall’obbligo, dovranno assolutamente continuare a indossare la mascherina in situazioni a rischio, meglio se Ffp2″.