Aggiornamento GPS: novità su titoli esteri, percorsi abilitanti e scioglimento della riserva

Obiettivo scuola

 

Si è svolto oggi martedì 7 Maggio l’informativa ministeriale ai sindacati rappresentativi del comparto scuola avente ad oggetto anche la pubblicazione dell’ordinanza sulle Graduatorie provinciali 2024.

TERZA BOZZA E NUOVO PASSAGGIO AL CSPI

Durante l’incontro è stata illustrata una nuova bozza dell’Ordinanza Ministeriale che disciplinerà il conferimento delle supplenze per il biennio 2024/2026. Sulla bozza, che prevede diverse modifiche rispetto alla precedente versione, sarà necessario un ulteriore passaggio (il terzo) dal CSPI (Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione), che dovrà esprimersi entro il termine di 7 giorni dall’invio, decorso il quale si può prescindere dal parere stesso.

  • 𝐍𝐮𝐨𝐯𝐨 𝐜𝐨𝐫𝐬𝐨 𝐢𝐧 𝐩𝐚𝐫𝐭𝐞𝐧𝐳𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐥𝐚 𝐩𝐫𝐨𝐯𝐚 𝐬𝐜𝐫𝐢𝐭𝐭𝐚 𝐩𝐞𝐫 𝐃𝐢𝐫𝐢𝐠𝐞𝐧𝐭𝐢 𝐒𝐜𝐨𝐥𝐚𝐬𝐭𝐢𝐜𝐢

TEMPISTICHE

É evidente che stante il nuovo parere richiesto al CSPI, i tempi di emanazione dell’ordinanza si allungano ancora.

INSERIMENTO ABILITATI \ SPECIALIZZATI ESTERI

Rispetto all’ultima versione presentata, non ci sarebbero modifiche per quanto concerne la questione dell’inserimento degli abilitati\specializzati esteri in attesa di riconoscimento. Nonostante il parere negativo del CSPI (parere che ricordiamo non è vincolante), il Ministero avrebbe quindi intenzione di confermare la scelta dell’inserimento “a pettine” di chi è in attesa di riconoscimento e, di conseguenza, consentire  il conseguimento di supplenze da I fascia GPS.

Ricordiamo che lo scorso anno era invece stata trovata una soluzione diversa con l’inserimento dei docenti in attesa di verifica del proprio titolo di specializzazione in coda ai docenti specializzati inseriti in graduatoria a pieno titolo (attraverso l’inserimento in un apposito elenco aggiuntivo alla prima fascia delle medesime graduatorie, sino all’effettivo riconoscimento del titolo di accesso).

TEMPISTICHE PER LO SCIOGLIMENTO DELLA RISERVA

Sempre secondo la nuova bozza sarebbe confermato il termine del 30 giugno fissato per lo scioglimento della riserva per coloro che stanno frequentando il corso di specializzazione per le attività di sostegno o percorsi abilitanti (es: la laurea in SFP o i percorsi abilitanti da 30 CFU per abilitati e specializzati sostegno).

RISERVA LUNGA

La principale novità presente nella bozza riguarderebbe gli altri percorsi abilitanti ancora in fase di attivazione. Sarebbe infatti allo studio una riserva speciale a favore degli aspiranti che intendono frequentare i percorsi abilitanti (da 60, 36 o 30 CFU per i triennalisti), i quali devono ancora essere banditi.

Infatti, benché il Ministero abbia pubblicato il decreto di attivazione la scorsa settimana, le università devono ancora pubblicare i relativi bandi ed è impensabile concludere i percorsi entro il 30 giugno e in generale in tempo per il conferimento delle supplenze.

La proposta allo studio del Ministero sarebbe quella di consentire l’inserimento con riserva in I fascia con riserva da sciogliere in due fasi:

  • Entro il 30 giugno occorre perfezionare l’effettiva iscrizione ai percorsi abilitanti. Quindi la riserva viene sciolta negativamente nel caso in cui l’aspirante non perfezioni l’iscrizione ai percorsi abilitanti entro il 30 di giugno. 
  • Tale inserimento con riserva darebbe comunque diritto all’assegnazione della supplenza dalla prima fascia (anche se il titolo non è stato ancora conseguito). La stipula del contratto avverrà con clausola rescissoria. Pertanto, nel caso in cui il titolo non verrà conseguito entro il termine indicato dal Ministero, il contratto verrà risolto.
  • La riserva dovrà essere definitivamente sciolta con la conclusione del percorso abilitante entro l’anno accademico 2023/2024 (la data precisa dovrà essere definita dal Ministero).

Condividi questa storia, scegli tu dove!